Zattera in Love, speciale tour di San Valentino alla Galleria Borbonica

Domenica 10 febbraio alle ore 19.30 e alle ore 21.30 ritorna il fascino della Galleria Borbonica aspettando San Valentino con un’esclusiva e magica visita guidata notturna in zattera a lume di candela, per trascorrere una romantica serata nel sottosuolo di Napoli.

Una piccola cisterna delimita l’ingresso di questo avventuroso percorso, raggiungibile attraverso un breve cunicolo, da dove ammireremo alcune lavorazioni idrauliche di eccezionale fattura, oltre alle croci incise nella malta legate al duro lavoro del “pozzaro“.

Questo magico tour notturno in zattera, sarà reso ancora più speciale al ritorno nella Galleria Borbonica, dove si passerà attraverso uno stretto cunicolo lungo circa 30 metri per poi scendere nella grande cisterna attraverso una scala in ferro.
Da qui si potrà osservare i camminamenti ad arco utilizzati dai “pozzari”, poi ci si imbarcherà (e qui l’emozionante avventura arriverà al massimo) su una zattera che navigherà sulla falda acquifera sotterranea di Napoli, nella galleria abbandonata della mai completata linea L.T.R. (Linea Tranviaria Rapida).

Faranno da incredibile cornice all’emozionante tour, enormi frammenti di statue, le auto e le moto d’epoca ritrovate sotto i detriti.

Durante il percorso agli ospiti sarà servito un aperitivo a tema dedicato alla Festa degli Innamorati.

La prenotazione va effettuata esclusivamente in coppia.

Dettagli dell’evento
Quando: domenica 10 febbraio 2019
Dove: Via Morelli, n°61 (ingresso pedonale del Parcheggio Morelli)
Due turni domenica 10: 1° turno ore 19.30 | 2° turno ore 21.30
Disponibilità max per turno: 40 Posti
Durata: 2 ore
Costo: 20 euro

L’appuntamento è presso la biglietteria, 15 minuti prima dell’orario del turno prescelto. Saranno ammessi alla visita i bambini superiori a 10 anni d’età.
Per questo evento la prenotazione è obbligatoria, a causa dei pochi posti disponibili per ogni turno e va effettuata via telefono.
N.B: A causa della conformazione del luogo, è sconsigliata la partecipazione a chi ha problemi motori e a chi soffre di claustrofobia. Informazioni e prenotazioni
Telefono: 334 11 19 8 19 Claudia (dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 21.30)
E-mail: prenotazioni@viverenapoli.com
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto…

Let’s block ads! (Why?)

A Napoli si festeggia il Capodanno Cinese

Con un evento ricco e colorato, il 4 febbraio nel Centro Storico, cuore pulsante della città di Napoli, si feggerà il Capodanno cinese, l’inizio di un nuovo anno caratterizzato simbolicamente dal segno del “Maiale” e dai suoi auspici: stabilità, generosità e altruismo.  

Il Capodanno Cinese è la più importante festività annuale in Cina, è paragonabile alle festività natalizie dei paesi occidentali. 

Le celebrazioni corrispondono al momento dell’anno in cui le famiglie si riuniscono e in cui si fanno offerte per le divinità e per gli antenati. 

I festeggiamenti si apriranno alle 17 (mezzanotte a Pechino) in Piazza del Gesù Nuovo.

Il programma nel dettaglio è disponibile sul sito capodannocineseanapoli.it

All’evento, promosso dall’associazione “Ciao Cina”, aderirà anche il Museo Archeologico di Napoli e per festeggiare offrirà per tutto il periodo delle festività (4-20 Febbraio) un biglietto d’ingresso ridotto dopo le ore 14 in occasione dell’inaugurazione della grande mostra “I tesori del Sichuan”.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto…

Let’s block ads! (Why?)

“CHOCOLIAMO”, fiera del cioccolato artigianale dedicata agli innamorati

Il quartiere di Chiaia si prepara ad ospitare da venerdì 8 a domenica 17 febbraio “Chocoliamo”, la fiera del cioccolato artigianale organizzata da D2 Eventi con il patrocinio della Prima Municipalità di Napoli, di Casartigiani, dell’Associazione Pasticcieri Napoletani, oltre che con il patrocinio morale della Camera di Commercio di Napoli, che per dieci giorni si snoderà tra piazza San Pasquale e Piazza Amendola e Laboratori, show cooking, animazione per bambini sono gli ingredienti della kermesse dedicata all’amore e a San Valentino. 

Tra le novità più gustose da apprezzare, le caramelle e le liquirizie di ogni gusto e dimensione, le specialità siciliane, come il torrone e i tradizionali cannoli, i cioccolatini di Perugia e lo spazio dedicato ai vegani. Tanti i principali produttori campani presenti alla fiera, ci saranno Gallucci Faibano, la cioccolateria Van Moos, Armando Scaturchio con le sue creazioni per San Valentino, i prodotti artigianali da abbinare ai Baci Perugina realizzati dalla “Love” come idee regalo per gli innamorati.

L’Associazione Pasticcieri Napoletani, presente con il presidente Ciro Scarpati ed i suoi collaboratori, proporrà, ogni giorno, uno show cooking su San Valentino. Sullo stesso tema, la Pecorella Marmi realizzerà una installazione dedicata alla kermesse. Le mattine saranno caratterizzate dagli incontri sull’Abc del cioccolato con il maestro Vanacore. Per i bambini, l’animazione di Puerta del Sol, il teatro dei burattini di Mario Ferrajolo e, per gli innamorati, i “Baci rubati”, il “Kissing Point”, lo spazio per le frasi d’amore e tanto altro ancora. Media partner della prima edizione di Chocoliamo, la web tv NetNapoli.

Let’s block ads! (Why?)

Sherlock Holmes indaga nei luoghi più belli della Campania: la saga teatrale parte da Napoli

Sherlock Holmes che indaga nei luoghi più belli della Campania, e assieme al suo fidato amico John Watson si muove tra ville, castelli, grotte e cunicoli. Uno dei personaggi più amati della letteratura, uno di quelli più utilizzati a teatro, al cinema e in televisione, si fa strumento del racconto del bello, e vive le sue avventure in luoghi meravigliosi, che ben lungi dal presentarsi come mere scenografie divengono personaggi vivi e vitali.

Da questa idea muove i passi l’ambizioso progetto del Demiurgo: realizzare una saga teatrale che ha per protagonista l’investigatore creato da sir Arthur Conan Doyle e che prenda corpo in maniera innovativa e inusuale: avventure nuove e originali, ambientante in luoghi meravigliosi, nelle quali  agiscono, accanto a personaggi di fantasia, i personaggi classici dell’universo letterario di Sherlock, da Watson a Lestrade fino ad Irene Adler.

La saga seguirà uno sviluppo particolare: ogni episodio sarà fruibile e comprensibile da solo, ma in qualche maniera connesso agli altri. Col proseguire dei mesi le storie verranno man mano intersecate con contenuti multimediali, episodi web, cortometraggi, web series. Un vero e proprio universo parallelo, che a teatro, sul web, nei luoghi d’arte e cultura prenderà corpo e si racconterà al pubblico.

La saga di Sherlock Holmes non sarà quindi solo un esempio di serialità teatrale, ma diventerà un vero e proprio esempio di crossmedialità: verranno intersecati strumenti e tecniche di narrazione diversi, talvolta teoricamente concorrenti: contenuti aggiuntivi fruibili con tecnologia QR Code, Web Series connesse, cortometraggi dedicati ai personaggi in cui si racconterà una parte di storia non visibile durante lo spettacolo… tutto si fonderà insieme e pur potendo ciascun contenuto vivere di vita propria ed essere tranquillamente fruibile da solo, l’idea è quella di trasportare il pubblico in un vero mondo parallelo dove il fascino dei personaggi, la bellezza dei luoghi, la magia della narrazione creeranno una esperienza totalizzante e immersiva.

Procedendo con ordine, il programma prevede l’uscita dei primi episodi teatrali, il primo dei quali, calendarizzato per il 2 e il 3 febbraio a Il Museo del Sottosuolo di Napoli, vedrà Sherlock alle prese con gli efferati delitti di una setta sanguinaria e misteriosa. Non ancora svelate le location successive, ma è già in programma la presenza di altri 2 episodi entro l’inizio dell’estate. A partire dal prossimo autunno gli episodi successivi e l’esordio della web series e dei contenuti multimediali aggiuntivi.

Il Demiurgo sceglie, nel cast, alcuni degli attori più impegnati negli ultimi anni con la casa di produzione irpina: Sherlock Holmes sarà Franco Nappi, John Watson invece sarà interpretato da Antonio Torino. A prestar corpo e voce all’Ispettore Lestrade  ci sarà Gaetano Migliaccio, mentre il fratello di Sherlock, Mycroft Holmes, sarà interpretato da Marco Serra. Nel primo episodio vedremo all’opera anche due personaggi originali: Lucas, interpretato da Angelo Sepe, e Perkins, interpretato da Daniele Acerra.

Altri personaggi verranno presentati nei prossimi episodi: tra le new entry ci saranno senz’altro la scaltra Irene Adler (Chiara Vitiello) e il villain per eccellenza: Il professor Moriarty (Andrea Cioffi).
Regia e drammaturgia dell’intero progetto saranno affidate a Francescoantonio Nappi.

Primo episodio:
SHERLOCK HOLMES E L’ENIGMA DELLA SETTA
Napoli, Museo del Sottosuolo
2 e 3 Febbraio, ore 19:00 e ore 21:00

Info e prenotazione: info.demiurgo@gmail.com;  3270148209

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto…

Let’s block ads! (Why?)

A corte dai Borbone: spettacolo itinerante in abiti del ‘700

Domenica 27 gennaio (ore 17.30 e ore 19.00), nella meravigliosa Villa Campolieto di Ercolano, Karma Arte e Cultura propone uno spettacolo itinerante in abiti del ‘700, con Re Ferdinando, Maria Carolina e tutta la corte del Re.

“A corte dai Borbone” non è solo un titolo accattivante, ma un vero e proprio viaggio nel tempo. Con 15 elementi tra attori e figuranti, Villa Campolieto diventerà la location di un ballo Borbonico che si preparerà proprio mentre visitate la meravigliosa Villa Vanvitelliana.

Ad accogliere i visitatori saranno due damigelle, che faranno da scorta a una seducente Dama di Corte, che farà da guida, per volere del Re, attraverso le bellezze artistiche delle sale della Villa, dove si incontreranno i personaggi che fanno parte della storia del periodo.

Così un “fanfarone” Re Ferdinando, una Regina Maria Carolina col pugno di ferro, un Vanvitelli estroso come tutti gli artisti, il suo giovane e impertinente collaboratore, una serva estremamente insolente, e “inciuciatori” del popolo catapulteranno tutti nel 18° secolo. Tutto, con uno sfondo musicale settecentesco suonato dai musicisti del re.

Contributo di partecipazione Euro 16,00 (compreso di biglietto d’ingresso alla villa e Parcheggio interno alla villa)

DA 6 A 12 anni ridotto Euro 10,00

1-5 anni gratuito

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA inviando un messaggio o whatsapp al 3427329719 o inviando una mail a spettacoli@karmacultura.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto…

Let’s block ads! (Why?)

In scena “Le ragazzine di #Napoli stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra”

La perdita di controllo, la confusa ricerca di un’identità, l’incoscienza, la sfida verso se stesse e il mondo che le circonda, insieme all’indagine del proprio corpo, sono alcune delle tematiche affrontate ne “Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra”, in scena domenica 27 gennaio a Napoli al Nuovo Teatro Sanità, ore 18. Il lavoro è ideato e diretto dalla regista Eleonora Pippo e ispirato all’omonimo teen drama a fumetti di Ratigher, vincitore del prestigioso Premio Micheluzzi come Miglior Fumetto al Napoli COMICON 2015. La storia racconta dell’amicizia di Motta e Castracani, due ragazzine delle medie con la comune passione per le analisi mediche. 

Info e prenotazioni al 3396666426 oppure all’indirizzo e-mail info@nuovoteatrosanita.it. Costo del biglietto 5 euro.

Il progetto teatrale si fonda sulla formazione di compagnie locali temporanee composte da ragazze tra i 13 e i 18 anni, che nel tempo record di sette giorni lavorano insieme alla regista alla creazione di una performance originale. La rappresentazione, che va in scena una sola volta, si basa sulle peculiarità delle giovani interpreti e si avvale della partecipazione attiva del pubblico che viene coinvolto e guidato dalle ragazze durante la messa in scena. «Le ragazzine che partecipano a questo progetto si assumono una grande responsabilità – afferma la regista-  si mettono in gioco affrontando e raccontando temi assoluti ed eterni come l’individuazione di sé e la morte… in soli sette giorni! Lo spettacolo sta proprio lì, nell’accettare la sfida ed esporre l’imperfezione. È questo il vero significato del titolo… La perdita di controllo di cui si parla». 
Filo conduttore è la storia del graphic novel di Ratigher, che narra attraverso le due protagoniste la paura, il conflitto e la ricerca della prova materiale della propria esistenza attraverso l’indagine medica sul proprio corpo. Ma in questa traduzione, la trama si arricchisce del vissuto delle ragazzine in scena.  Una narrazione parallela fatta di brevi interviste, canzoni live scelte dalle stesse ragazze e lettere indirizzate ad una sé del futuro rivela le risorse delle Post-Millennial Girls intrecciando finzione e realtà che si avvalorano a vicenda. Ogni spettacolo è unico, diverso e imprevedibile, fortemente legato all’umanità delle giovani interpreti e della comunità alla quale appartengono. «Questo dispositivo di messa in scena è come un gioco in scatola. Io sono un po’ come la banca nel Monopoli! C’è un percorso da fare, delle tappe, delle regole e ogni giocatrice gioca a modo suo. Interpreta, appunto» spiega Eleonora Pippo.

Parte integrante della messa in scena è l’installazione “La fine azzurra” ad opera della stessa Eleonora Pippo, una scultura gonfiabile raffigurante la mastodontica ragazzina-cartoon azzurra del fumetto, accompagnata da un cameo sonoro del gruppo musicale Pop X, in cui Davide Panizza e Niccolò Di Gregorio interpretano le due protagoniste tredicenni. Dopo il musical lo-fi sulla saga cult a fumetti di Davide Toffolo Cinque allegri ragazzi morti, Eleonora Pippo racconta la storia delle ragazzine con una regia scarnificata e priva di estetismi, che parte dal presupposto che nell’imperfezione si manifesti la vita lasciando spazio ad un’esperienza di autentico confronto e condivisione dei contenuti e dei sentimenti adolescenziali delle protagoniste, di quel vissuto passionale, estremista e doloroso che tutti hanno sperimentato e delle emozioni legate al controllo ma soprattutto alla sua assenza. Il progetto e coprodotto da Teatro della Tosse di Genova e Eleonora Pippo con il sostegno di Coconino Press-Fandango Editore e Kilowatt Festival.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto…

Let’s block ads! (Why?)